Browsing Category

L’ Intervista

L' Intervista Novità

HostMilano, Ciam rilancia. Malizia: “Ecco le nostre nuove vetrine”

hostmilano-ciam-rilancia-malizia-ecco-le-nostre-nuove-vetrine

“Attendiamo con particolare interesse e curiosità la prossima edizione di HostMilano che per noi rappresenta un giro di boa. A Milano porteremo infatti più del 60 per cento dei nostri prodotti rinnovati e ristilizzati. E’ il frutto di un lavoro lungo più di un anno”.

Federico Malizia, Ceo di CIAM Spa, azienda leader nella fornitura di design e tecnologia per arredatori nel settore bar, pasticcerie, gelaterie e ristorazione, annuncia le novità del mondo Ciam in vista della quattro giorni di Milano che si aprirà il 18 ottobre.

“L’Host sarà l’occasione per presentare le nuove Vetrine Orizzontali e Verticali. Parliamo di industrializzazione tecnologica, immagine coordinata e nuove soluzione sulle alzate vetro tra cui un brevetto su un rivoluzionario sistema di anti-appannamento dei vetri”.

La kermesse di Milano sarà anche l’occasione per aprire il sipario su un progetto di modularità “che porterà i nostri prodotti a parlare lo stesso linguaggio e ad avere uno stile unico e riconoscibile”, aggiunge Malizia.

HostMilano è la vetrina internazionale di tutto ciò che serve per un locale di successo: dalle materie prime ai semilavorati, dai macchinari alle attrezzature, dagli arredi alla tavola.

Un momento espositivo unico che unisce la specializzazione verticale delle aree dedicate con le affinità di filiera in diverse macroaree: ristorazione professionale; pane, pizza, pasta, caffè, tè; bar, macchine caffè, vending; gelato, pasticceria; arredo, tecnologia, tavola.

Ad attendere gli operatori professionali di tutto il mondo uno spaccato completo del meglio dell’ospitalità e dell’hotellerie mondiale, con le ultime novità del settore in termini di equipment, materie prime, attrezzature e semilavorati. Il tutto completato da un palinsesto senza confronti di appuntamenti in cui esperti e top player condivideranno case history e know-how, tra show-cooking, competizioni e conferenze.

Sarà soprattutto un momento di confronto con operatori e partners. Per Ciam sarà l’occasione per presentare il brevetto del sistema Multix, condiviso con Gelsystem di Viterbo, azienda leader nei settori della climatizzazione, refrigerazione, centrali frigorifere, economizzatori d’acqua e impianti frigo opera in tutto il territorio italiano.

“Durante la kermesse – precisa il Ceo di Ciam – organizzeremo un focus sulle eccezionali prestazioni di Multix con una vetrina allestita con pasticceria e pralineria curata dalla storica pasticceria Besuschio di Milano. Durante la demo faremo vedere come grazie alla tecnologia Multix, al compressore inverter e al controllo elettronico si può gestire e conservare il prodotto in maniera ottimale, senza sbalzi della curva dell’umidità. Un valore aggiunto per i pasticcieri”.

Non mancheranno momenti di condivisione anche con Picariello Arredo Design, azienda protagonista nel mercato dell’arredamento di locali pubblici e hotel di lusso. “Con Picariello c’è un rapporto consolidato che va ben oltre la fornitura. C’è confronto, contaminazione positiva per entrambi. Spesso – continua Malizia – ci vengono proposti allestimenti di arredamenti finiti che ci spingono ad adeguarci alle indicazioni del designer o dell’architetto, cercando di lavorare in maniera sempre più mirata e personalizzata. Picariello è un’azienda strutturata con un proprio ufficio tecnico e servizi di montaggio e assistenza post- vendita assolutamente all’avanguardia. E’ il partner ideale per chi, come noi, costruisce e ha bisogno di riferimenti affidabili sul territorio”.

L' Intervista

Attività commerciali, ristoranti e alberghi: per l’architetto Marigliano ogni progetto è come un abito su misura

Savio_marigliano

Materiali, allestimenti, arredi su misura e finiture. Ma anche il perfetto utilizzo degli spazi a disposizione. Il tutto da combinare insieme con sapienza e stile. La progettazione di negozi, attività commerciali e locali pubblici è una vera e propria arte che risponde ad una semplice regola: tutto ciò che si realizza deve avere come obiettivo finale la creazione di un design personalizzato e funzionale. Come? Ce lo spiega l’architetto Savio Marigliano, esperto progettista specializzato in ristoranti e alberghi.

Architetto, da dove si comincia per allestire un nuovo locale?

Senza dubbio da un’analisi dei costi. Dietro una progettazione ci deve essere innanzitutto uno studio commerciale. Qui non parliamo di un’abitazione da realizzare al meglio in base alle disponibilità del cliente che deve viverci. La spesa complessiva per l’apertura di un’attività va considerata oltre al mero budget economico e calibrata anche sulla stima di quanto un certo investimento possa ripagarsi attraverso i guadagni futuri. Naturalmente parliamo di spese oggettive: attrezzature, arredi e lavori. Il mio consiglio è sempre quello di effettuare un attento esame preventivo di questo aspetto.

Continua a Leggere

L' Intervista

Lavanderie commerciali, un settore in cambiamento

designearredo_intervista_treggiari

Intervista a Marco Treggiari Director EMEAI (Europa Medioriente Africa India) di Alliance Laundry Systems

Treggiari, il settore delle lavanderie commerciali è in una fase di cambiamento evidente anche agli occhi del cittadino. Vediamo sempre più lavanderie self service e sempre meno lavasecco tradizionali. Quali sono, secondo lei, le ragioni e il motore di questa rivoluzione?

Credo tutto parta da due macrotendenze, che stanno guidando il mondo dell’economia e i processi sociologici. La prima è lo sgretolamento del concetto di possesso del bene, in favore della forte affermazione del suo utilizzo. La soddisfazione e la gratificazione delle persone non sono più legate al possesso di un bene, ma alla possibilità di utilizzarlo anche senza esserne proprietari. In altre parole, non conta più il possesso ma l’accesso. Abbiamo visto l’affermazione di tale concetto con realtà come Airbnb, che ha completamente capovolto la visione del possesso di case per vacanze, e dei servizi di car sharing che, soprattutto nelle grandi città,  stanno rivoluzionando in meglio la mobilità urbana.

 

Continua a Leggere