L' Intervista

Lavanderie commerciali, un settore in cambiamento

designearredo_intervista_treggiari

Intervista a Marco Treggiari Director EMEAI (Europa Medioriente Africa India) di Alliance Laundry Systems

Treggiari, il settore delle lavanderie commerciali è in una fase di cambiamento evidente anche agli occhi del cittadino. Vediamo sempre più lavanderie self service e sempre meno lavasecco tradizionali. Quali sono, secondo lei, le ragioni e il motore di questa rivoluzione?

Credo tutto parta da due macrotendenze, che stanno guidando il mondo dell’economia e i processi sociologici. La prima è lo sgretolamento del concetto di possesso del bene, in favore della forte affermazione del suo utilizzo. La soddisfazione e la gratificazione delle persone non sono più legate al possesso di un bene, ma alla possibilità di utilizzarlo anche senza esserne proprietari. In altre parole, non conta più il possesso ma l’accesso. Abbiamo visto l’affermazione di tale concetto con realtà come Airbnb, che ha completamente capovolto la visione del possesso di case per vacanze, e dei servizi di car sharing che, soprattutto nelle grandi città,  stanno rivoluzionando in meglio la mobilità urbana.

 

I vantaggi?

Semplice: paghi l’accesso, ma non subisci gli oneri del possesso, dalla tassazione alla manutenzione.

La seconda macrotendenza a cui accennava?

L’economia circolare. Non è storia recente, ma già da qualche decennio siamo coscienti del fatto che le risorse del pianeta si stanno esaurendo a causa di un eccessivo e cattivo utilizzo. Si utilizzano risorse preziose e non rinnovabili, come i minerali, per prodotti con cicli di vita brevi (pensiamo ai computer). Quindi gli oggetti non devono essere gettati via, ma ri-utilizzati ri-ciclando e ri-generando i loro componenti. Potremmo dire che, già nella fase di progettazione di un bene, sia esso un satellite spaziale o un capo di abbigliamento, si seguono quattro obiettivi fondamentali.

Quali?

Rigenerare, ringiovanire, recuperare, manutenere

E la lavanderia commerciale come declina queste due macro tendenze?

Per quanto riguarda le lavanderie self service, scendere sotto casa per lavare meglio, più velocemente con meno acqua, meno detersivo e meno energia, senza onere dell’usura del bene e della manutenzione è la perfetta applicazione del paradigma “no possesso ma accesso”.  E mi permetta di aggiungere che la Lavanderia self service rappresenterà sempre di più un luogo di piacevole socializzazione, quasi un punto di incontro fra uomini e donne talvolta molto simili. Pensi agli studenti, ai managers fuori sede, ai single. Insomma quasi una rinascita del mitico scompartimento del treno dove era impossibile non socializzare e conoscersi!

E come spiega la forte diminuzione delle Lavanderie tradizionali, le lavasecco?

Le Lavanderie non stanno scomparendo ma si stanno trasformando. Parlavamo di rigenerazione e recupero. Oggi quando possediamo un capo di abbigliamento importante non siamo più disposti a buttarlo via a fine stagione ma ci piace mantenerlo bello il più a lungo possibile. Ebbene, le tradizionali lavanderie a secco, per la natura del processo di lavaggio (anche se lavaggio per definizione non è) sono destinate a scomparire definitivamente perché è ormai acclarata la nozione della pericolosità del processo di lavasecco per la salute e per l’ambiente. Il famigerato PERC che ancora oggi viene utilizzato, è un prodotto cancerogeno. Per non citare il veloce deterioramento dei tessuti sottoposti a questo trattamento chimico.

E Alliance cosa propone?

Soft Wash è la nostra tecnologia in risposta alle nuove esigenze del Cliente. Un sistema di lavaggio ad acqua anche per i capi che erroneamente pensiamo si possano pulire solo a secco. Ma la nonna quando lavava la maglia di lana del nonno utilizzava forse il PERC? No, braccia, sapone, acqua e aria fresca! Soft Wash è tutto questo in un sistema combinato di lavatrice, asciugatrice e detergenti. Noi però vogliamo fare un passo avanti. Abbiamo disegnato e progettato la Lavanderia del futuro e vogliamo offrire a nuovi imprenditori la possibilità di aprire Lavanderie con il Sistema Soft Wash, certi come siamo che in futuro si andrà in Lavanderia per proteggere, rinfrescare, ringiovanire i nostri capi e non perché li abbiamo macchiati di pomodoro o rossetto!

In termini di efficienza?

Il nostro sistema di lavaggio ad acqua si utilizza per ogni tipologia di tessuto e capo. Dalla seta più preziosa nei colori più sgargianti ai jeans dei ragazzi. In un’ ora si può lavare, asciugare e stirare. Questo processo di lavaggio Soft Wash è rispettoso dell’ambiente oltre ad essere efficiente nel trattare tessuti e indumenti delicati senza danneggiarne le fibre. I cicli sono più rapidi e più versatili e l’impatto ambientale è pari a zero. Il risultato: un risparmio di tempo e costi.

 

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply